Isola Ferdinandea, paradiso per sub

A circa 26 miglia marine dalla costa di Sciacca, a pochi metri dalla superficie del mare sul cosiddetto banco di Graham sorge un vulcano attivo che nel 1831 eruttò formando una piccola isola che venne chiamata Isola Ferdinandea. Il primo ad approdare sull’ isola dopo alcuni primi tentativi falliti fu l’ ammiraglio britannico James Graham che riusci’ a piantarci sopra la bandiera britannica. Dopo qualche giorno una delegazione di cartografi francesi riusci’ ad approdare e tracciare alcune piantine dell’isola.Questa delegazione battezzò l’ isola con il nome di Julia. Dopo alcune settimane un’ altra delegazione di geologi e cartografi borbonici riusci’ a mettere piede sull’ isola e tracciare altre piantine e battezzarono l’isola con il nome di Ferdinandea in onore al re delle due Sicilie Ferdinando di Borbone. Le tre nazioni stavano ancora litigando per il possesso dell’ isola,peraltro situata in mezzo al canale di Sicilia e quindi in una posizione estremamente strategica, che essa lascio’ tutti di stucco inabissandosi tra flutti e vapori cinque mesi dopo. L’isola, dopo pochi anni, sprofondò nuovamente in mare.

Oggi l’isola è meta per chi pratica sport subacquei. Il tipico corallo di Sciacca viene raccolto grazie a queste immersioni.

Category : Info

Comments are closed.